domenica 27 febbraio 2011

PRATO DI CORREGGIO - CORRERE SOTTO LA NEVE


Dopo il successo della "4 pass par Cavess" di ieri, a cui a malincuore non sono riuscito a partecipare, (c'è qualcuno che ci fa il resoconto di come è andata??), questa mattina avevamo deciso andare a Prato di Correggio per la camminata delle vigne.
Contrariamente alla splendida giornata di ieri, siamo partiti da S.Antonio che pioveva a dirotto, e piu' ci si avvicinava a Prato, piu' l'acqua si trasformava in nevischio. Tempo da lupi!!!!
Arrivati a destinazione, non c'è la solita calca, ma dei matti che hanno sfidato questo tempo ce ne sono.. Alla fine 630 a referto. Ritiriamo i pettorali e con grande sorpresa vediamo che altri 3 Picos sono iscritti. Chi saranno?? Ci risultava che il resto della truppa era alla maratona delle terre verdiane o a Modena... Ricevuti i complimenti per la perfetta gara organizzata ieri a Cavezzo da diversi gruppi presenti questa mattina a Prato, ci rechiamo nei caldi spogliatoi attigui la zona di partenza e qui incontriamo gli altri 3 Picos: il Gala, sua figlia e Andrea A. assieme a Davide B. e sua moglie Stefania, oramai Picos d'adozione.
Alle 9,30 si parte. Carmine dopo 300 m ci saluta perchè doveva provare le scarpe nuove sul bagnato, mentre con gli altri formiamo un bel trenino blu, che tra una chiacchiera e l'altra maciniamo km su km. Il percorso è gradevole, tra stradine di campagna, lontano dal traffico, mentre l'ultimi 5 km sono sulla strada ciclabile che costeggia lo stradone che da S.Martino porta a Reggio. Chiudiamo gli 11,30km in 56 min, senza forzare. Un salto al ricco ristoro finale con te' caldo, arance e gnocco, ritirato il premo squadra (6 Picos presenti e portati a casa una confezione di vino e prodotti alimentari) e via di volata a farsi una bella doccia calda, dopo tanto freddo incamerato in corsa.
Voto alla corsa 8, peccato per il nevischio della prima parte di gara e la pioggia del finale.

Come scrivevo prima una bella squadra di Picos erano presenti alla maratona delle terre verdiane, ed ecco i risultati:

134° Rossi Patrizia 3.25.30 seconda di categoria
181° Finiguerra Fausto 3.35.12
222° Gambaiani Mauro 3.44.26
278° Molinari Mauro 3.57.41
358° Marani Cristian 4.24.47
359° Tagliavini Cinzia 4.24.48
360° Patrucci Danny 4.24.10 grande esordio!!!!!!
361° Zerbinati Libero 4.24.11
380° Massari Greta 4.35.30

Sui 10 km grandissimo rientro di Enrico con il gran tempo di 44min 20sec!!!!

Prossimi appuntamenti: sabato prossimo a S.Prospero, mentre domenica ce n'è per tutti i gusti:
la caminada dei Zamboni, Albareto o il Mimosa Cross ad Albinea. Senza dimenticare la spedizione di Pico Runners a Barcellona per la maratona.
Ciaooooo


Andrea

Andrea

5 commenti:

  1. Attendiamo i risultati della gara di Cavezzo, ho visto i giudici che segnavamo i tempi e i nomi... un pò di gloria anche per noi :-)

    RispondiElimina
  2. sono GALA dopo tanto tempo passato lontano dalle corse sia per problemi muscolari che di lavoro finalmente ho ritrovato la gioia di correre con i miei amici PICOS queste due settimane di ferie mi hanno permesso di ritrovare le emozioni di correre in gruppo.Un grazie particolare ad Andrea che con i suoi servizi sulle corse mi fa sentire vicino a voi quando non posso correre per lavoro. Voglio ringraziare tutti per la bella giornata di sabato a cavezzo dove mia figlia ha fatto un a bella corsa arrivando quinta.Spero di vedervi tutti al piu presto in strada a correre lavoro permettendo un grosso abbraccio a tutti ciao

    RispondiElimina
  3. ciao regazzi,volevo commentare in breve il resoconto di questa scarsa maratona,e dico scarsa soprattutto per il non tanto splendido tracciato.mi sono trovato al parcheggio dell'imbocco dell'autostrada a carpi con mauro(collega di cinzia),e lei che mi aspettavano puntualmente all'orario prefissato.già partendo sotto un'acqua abbastanza battente ci aveva fatto andare il morale sotto i piedi.strada facendo man mano che ci avvicinavamo sempre più a salso l'acqua si era buttata a mista neve,vedendo la temperatura.arrivati al parcheggio adiacente al palacongressi dove c'era il ritiro pettorali,chi vediamo prima di scendere dalla macchina?il nostro capitano,con moglie,e dennj che era agli esordi.arrivati al palacongressi,che sembrava di essere in una cattedrale,adornato da affreschi stupendi,ci prepariamo alla veloce,in tenuta corsa,per poi incamminarci per raggiungere il lunghissimo tratto che ci divideva dal deposito borse,che fortunatamente era quasi sotto alla partenza.non eravamo in tanti,considerando che erano presenti per i 10-21-42!pronti via ,dopo l'ufficiale sparo,ed io affiancato alla cinzia,come da copione partiamo,con un mauro davanti a noi,che puntava per abbattere il muro delle 4 ore,impresa portata a termine.ha continuato a nevischiare fino al raggiungimento dalle retrovie del nostro grande capitano,che teneva sotto stretto controllo il mitico dennj,rivelato in grande forma.proseguiamo tutti affiatatamente uniti,fino a che a ridosso del primo cavalcavia riusciamo ad assorbire in mezzo a noi la greta,che è riuscita a stare al passo fino al ristoro del 23°.dopo di che il gruppo si è sgretolato,anche per bisogni fisici.solo io sono riuscito a riprendere cinzia,dopo una sosta forzata,facendo dei salti mortali,per riattaccarmi.rimaniamo soli,fino al 30°,dove a ristoro completato ,pronti per ripartire,chi sbuca da dietro,gli imperterriti libero e dennj,in grande rimonta.dove da quì,fino in fondo siamo rimasti uniti come una vera squadra;arrivando sotto al traguardo tutti uniti,ed affiatati festeggiando il memorabile arrivo a braccia alzate,congratulandoci a vicenda!!è stato un arrivo a dir poco emozionante,che ci tenevo portare a termine da tempo!!quasi invidiabile,direi!voto della corsa,soprattutto per il tracciato,6!!!alla prossima maratona!!!ciao,picos!!

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti, sono cinzia, concordo con Cristian, il percorso delle terre verdiane era un po' triste, complice anche le condizioni meteo avverse, e monotono. Ad ogni modo è stato bello fare la corsa tutti insieme, ho molto molto rivalutato l'idea di farla in gruppo dopo questa esperienza, il supporto degli amici è fondamentale quando le energie vengono meno e le gambe cominciano ad opporre reistenza al passo. E' stato un piacere farsi condurre dal nostro leader Libero che a forza di bastone e carota ci ha scortati al traguardo. E così, dopo tante perplessità, dubbi, luoghi comuni, stereotipi e chi più ne ha più ne metta ho verificato in prima persona che ... si possono fare due maratone l'una ad una settimana dall'altra senza soccombere ... anzi ... vi dirò che le mie gambette devono essersi rassegnate, non mi fanno neanche male! in compenso oramai i miei piedi sono un tripudio di vesciche e la schiena un ammasso unico un po' contratto ... ma adesso niente maratone sino a roma il 20/03. ciao a tutti e alla prossima !!

    RispondiElimina
  5. Great post! I wish you could follow up on this topic!

    generic cialis

    RispondiElimina